18 Luglio

Kiev
Ucraina

06 Luglio

07 Luglio

08 Luglio

09 Luglio

10 Luglio

11 Luglio

12 Luglio

13 Luglio

14 Luglio

15 Luglio

16 Luglio

17 Luglio

18 Luglio

19 Luglio


Dopo

Dicono di noi

Scontro in
Georgia

Link

L'ultimo giorno a Kiev abbiamo fatto colazione da "Celentano" e poi un bel giro nella via piena di bancarelle. Una sosta al mercato Bessarabka con la frutta, verdura, carne e pesce. Il caviale in scatola (un souvenir per i turisti, ma non per noi viaggiatori sgamati) costava troppo e non lo abbiamo preso. Prima di arrivare in spiaggia ancora una volta ci siamo imbarcati su una piccola nave per una crociera su Dnepr dove abbiamo passato un'ora di riposo dopo pranzo.

Uno stabile dell'epoca sovietica Marcato dei fiori La cerimonia di matrimonio; la sposa era bellissima Ed ecco il simbolo nuziale Caviale a volontà per tutti; non di prima classe, però La bandiera ucraina In gita sulla barca: un buon momento per recuperare le energie spese Un vecchio ponte in ferro La protettrice di Kiev Una panoramica dal fiume Con scudo e spada

Finalmente siamo andati sulla riva del Dnepr per fare il bagno nel fiume. La spiaggia era di sabbia fine e l'acqua calda, trasparente ma di color marrone. Jura ci ha raggiunti dopo lavoro e siamo andati insieme a fare una passeggiata nel grande parco che costeggia il fiume. Per cena ci siamo fermati in un piccolo ristorante in mezzo al verde dove eravamo già stati una volta e abbiamo ripetuto il delizioso piatto di arringhe salate con le cipolle e pane nero. Questa volta c'era anche la musica, i classici americani e francesi da Frank Sinatra a Edith Piaf. La serata non poteva concludersi meglio che con il gran finale: Un ballo di Aldo e Angela.

Dopo 14 giorni siamo stanchi Remare in barca è una delle attività più diffuse La pace quasi spirituale dell'acqua e dell'bosco Per finire la giornata una danza

La grandiosità del genio slavo L’illuminazione della facciata di un teatro