13 Luglio

Bakhchi Sarai e Sebastopoli
Ucraina

06 Luglio

07 Luglio

08 Luglio

09 Luglio

10 Luglio

11 Luglio

12 Luglio

13 Luglio

14 Luglio

15 Luglio

16 Luglio

17 Luglio

18 Luglio

19 Luglio


Dopo

Dicono di noi

Scontro in
Georgia

Link

Sosta a Bakhchi Sarai dove si trova il palazzo tataro che era la reggia del Khan risalente al XV sec. Dopo la bellissima visita (esclusa la moschea dove i maschilisti musulmani hanno impedito a me e ad Angela di entrare) abbiamo proseguito a piedi (ca 3-4km) verso il Monastero nella roccia di Chufut Kale (Valle di Giosafat) dove siamo arrivati sudati e stanchi. L'acqua santa che usciva da una fonte nella roccia ci ha dissetati, ma tanta gente si lavava per farsi passare i dolori o far crescere i capelli o per altri scopi terapeutici.

Sempre in movimento Palazzo tataro di Bakhchi Sarai Cortile interno pieno di verde e fiori Vista sulle torri dell'edificio Le radici di una pianta ci facevano compagnia Facciata settentrionale in ombra La nuvola ci sorveglia Un gabbiotto sul tetto Stanza per i ricevimenti ad alto livello Cercavamo di diventare parte costituente del palazzo Foto presenta l'ornamento di una porta

L'architettura di una chiesa moderna Le icone all'aperto, sulla parete di una roccia Un prete ortodosso I visitatori sono numerosi Panoramica sulla zona La roccia funge da un tetto fiabesco

Siamo tornati in pulmino alla stazione del treno in tempo per riprendere il viaggio per Sebastopoli. La città è conosciuta come base navale (e ancora oggi è sede della flotta russa) ed è visitabile dagli stranieri dal 1996.