14 Luglio

Ucraina

06 Luglio

07 Luglio

08 Luglio

09 Luglio

10 Luglio

11 Luglio

12 Luglio

13 Luglio

14 Luglio

15 Luglio

16 Luglio

17 Luglio

18 Luglio

19 Luglio


Dopo

Dicono di noi

Scontro in
Georgia

Link

Appena un po' fuori dalla città si trova Chersoneso in Tauride e i suoi resti. Nell'antica colonia greca fondata nel 421 a.c. Vladimiro il Grande fu battezzato nel 988. Abbiamo fatto un bel bagno nel mare caldo con la vista della chiesa di S.Vladimiro da una parte e le navi da guerra dall'altra. La giornata era molto calda con un’umidità molto elevata. Il sudore si rispecchiava sui visi della gente. Avevamo fame e bisogno di un riposo. Dopo un buon pranzo, un buonissimo sciasclik (spiedino di carne), siamo partiti per Jalta.

Entrata nel museo Chiesa di S.Vladimiro Un muro a secco che recinta la chiesa Un bagno nel mare caldo vicino alla chiesa Nave da guerra ancorata nel porto di Sebastopoli Un fiore viola

Giunti all'autostazione, le solite trattative per trovare una sistemazione (l'idea dell'albergo l'abbiamo abbandonata per i prezzi e per la difficoltà di trovare due camere soltanto per due notti) e questa volta ci è andata bene. L'appartamento è in centro con un grande balcone dove la sera abbiamo fatto il brindisi con una bottiglia di vino rosso (Inkerman) di Crimea. Aldo ha approfittato della posizione strategica e si è fermato fino alle 2 di notte a fare l'intrattenitore dei passanti ossia rompere i c......i a tutti per la strada.

Angela e Bianca sul palcoscenico Aldo riposa sul balcone Zebra – un negozio per bimbi Una fotografia notturna Nobiltà di una volta Aldo in azione – il suo fascino ha colpito ancora

Io mi sono sentita al telefono con mio marito e devo dire che anche lui ha rotto un po'. Si è messo a spiegarmi che sta esaminando delle nuove strategie opzioni binarie per sfruttare Internet e guadagnare qualche soldo in più. Lui è bravo per certe cose e in un altro momento lo avrei ascoltato volentieri, ma io ero in vacanza ed ero parecchio stanca. La telefonata non finiva mai perché lui aveva sempre qualche dettaglio da aggiungere, senza nemmeno interessarsi come va il viaggio. Ha fatto una domanda a proposito, ma senza tanto entusiasmo. Mi sentivo in colpa per la spesa extra che ho dovuto fare per il doppio biglietto aereo, pertanto l’ho ascoltavo con pazienza ma anche con un certo nervosismo. "Buona notte! Bacino!" Finalmente il letto.

A quei tempi la Crimea, dove si trova Jalta, apparteneva all’Ucraina e non sapevo molto a proposito. Passeranno gli anni e qui si aprirà uno scontro politico con la Russia. Allora saprò che Crimea era stata "regalata" all’Ucraina nel 1954. Nel 2014 è tornata a far parte della Madre Russia, dopo un referendum dove stragrande maggioranza dei cittadini, di origine russa, ha votato per uscire dall’Ucraina e diventare una repubblica autonoma della Federazione russa. Dopo il disfacimento dell’Unione Sovietica sono rimasta positivamente sorpresa che la dissoluzione è avvenuta in modo pacifico e tranquillo. I nodi al pettine sono arrivati dopo, senza sorprendere più di tanto.